Amici a 40 anni.

fare-amicizia-40-anni

Fare amicizia superati i 40? ah ah ah Condividi il Tweet

 

Te lo dico subito così ti risparmio la fatica di una speranza vana: fare amicizia superati i quaranta non è un’impresa facile, però rilassati perché questo inconveniente non dipende da te.

Insomma anche se sei rimasta la solita intollerante impositiva dei tempi dell’università, sei riuscita lo stesso a rimediare qualche amico, no? Il problema è che, proprio quando soffi sulla torta della tua trentanovesima candelina, stai anche spegnendo gran parte di quelle belle occasioni di Festa, di Amici-che-portano-amici, di Andiamo-a-ballare?, che poi in fondo non erano così tante già da un po’ ma almeno ce n’era traccia. E sai, invece, su cosa stai accendendo la luce? Su Amici-accasati-che-non-escono-più-manco-loro, su Sono-troppo-stanca, e sull’inconfessabile eppur presente Meglio-Netflix.
Già!
Potrebbe anche esserti andata bene con la scuola di tuo figlio e aver conosciuto qualche genitore simpatico; e averti detto davvero una gran fortuna perché questo simpatico genitore di un compagno di tuo figlio ha persino qualche interesse in comune con te.
Ma sei una rarità, una mosca bianca, una scarpa col tacco che è anche comoda. Nella vita delle persone normali, le cose non funzionano così perché, molto spesso, i rapporti con i genitori degli amici di tuo figlio si riducono a frettolosi saluti fuori scuola nell’istante immediatamente successivo alla creazione del gruppo di classe su Whatsapp. E poi, diciamolo, le occasioni di conoscere qualcuno nell’attesa che suoni la campanella, scompaiono definitivamente quando tuo figlio smette di frequentare le elementari e inizia a camminare da solo per la sua vita, ma anche all’andata e al ritorno da scuola.
Dunque tutto dipende da te: trovarti un’amicizia è nelle tue mani. E sei anche fuori allenamento perché per anni hai campato di rendita con i soliti amici del muretto che, proprio adesso che ti servono come il pane, sono scesi dal muretto. E questo è il primo passo che devi fare per avvicinarti all’amicizia in modo adulto: abituarti all’idea che le amicizie finiscono, ed è inutile che continui a chiederti perché o, ancora peggio, a chiederlo a loro.
Gli amici se ne vanno anche senza spiegazioni, forse qualche volta perfino tu te ne sei andata senza avere un vero motivo per farlo. L’amicizia non è da meno di un amore, se finisce questo figuriamoci quella!
Pazienza, lasciala andare.
Quando hai finito di piangerti addosso perché non hai più nessuno con cui andare al cinema o a fare quel corso ridicolo di Tip-Tap, datti una pettinata e vai al cinema o al corso ridicolo di Tip-Tap.
Da sola, sì! Dove pensi di incontrare gente che ti piace, se non nei posti che ti piace frequentare? Sarà triste all’inizio, soprattutto se non sei abituata a fare le cose da sola, potrebbe persino essere inutile ma mai inutile come non provarci per niente.
Pensa, hai più possibilità di incontrare persone con cui condividere quell’assurdo interesse per il Tip-Tap a un corso di Tip-Tap o davanti alla nuova serie di Netflix, accucciata sul divano del soggiorno? Eh, proprio così!
Ah, sai quando non perdi occasione di manifestare la tua intolleranza verso ogni segnale del mondo esterno che il tuo telefono trasforma in suoneria o notifica? Dai, quando non rispondi ai messaggi o ti dimentichi di richiamare? Oppure quando scrivi status invitanti come uno zerbino di filo spinato accanto alla foto con il dito medio alzato? Ecco, questi sono tutti i piccoli mattoncini che oggi formano il tuo scudo stellare contro tutto quello che c’è oltre te.
Eh, troppa roba hai lasciato fuori, ve’?
Sorridi, ingoia qualche rispostaccia, rispondi al telefono e ai messaggi e di’ “Sì, lo voglio”, perché andare a prendersi una pizza non è impegnativo come un matrimonio.

Negarsi funziona solo quando c’è chi ti cerca, ma molto rapidamente finisce di avere alcun senso.

Se sei arrivata a quarant’anni e non hai ancora imparato a gestire i rifiuti o sei molto fortunata o ti sei persa un centinaio di pagine del Bignami di istruzioni per la vita. C’è qualcuno che hai incontrato a Tip-Tap con cui ridi spesso? O qualche collega che ama il Reggae? Vai, lancia un invito. Mal che vada diranno di no. Pazienza.
Una delle amiche più care che ho l’ho conosciuta quando ho preso il suo posto in un’agenzia di ufficio stampa: lei stava cambiando lavoro e io ero lì per ricevere il suo passaggio di consegne. Una settimana di affiancamento che è diventata una dozzina d’anni. Mi piacerebbe credere che sia stato il destino, che tutto sia successo per caso, ma non è così.

Andiamo, le cose dipendono da noi e quel giorno, evidentemente, mi ero scordata di attivare il mio scudo stellare e ho evitato di proteggermi da questa splendida amicizia.

Ciao Cri.

Se condividi, condividi ;-)

4 Comments

    • Ciao. Mi chiamo Sandra pure io ,quasi 47 anni e sn dell veneto. Se non sei troppo lontana ci si puo ‘sentire? Buona serata :- )))

  1. Ciao sono Sandra dal veneto 47 annni.. se qualcuna è interessata x far amicizia,svago,assatempo,passegiata,drink aperitivo. Etc…insomma x distrasi e svagarsi ridendo in amicizia,mi scriva . Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.